Reggia di Monza: un Concorso d’Eleganza regale

Reggia di Monza: un Concorso d’Eleganza regale

Reggia di Monza: un Concorso d’Eleganza regale

La Reggia di Monza ha fatto da fascinosa cornice al concorso “Le Auto Eleganza e Stile del XX Secolo”. Un parterre de rois di favolose vetture

chiudi


Cinquanta splendide esemplari da collezione perfettamente restaurati o conservati hanno incorniciato Villa Reale a Monza scelta dal Monza Auto Moto Storiche per la seconda edizione del Concorso d’Eleganza “Le Auto Eleganza e Stile del XX Secolo”, felice connubio tra le belle a quattro ruote dello scorso secolo e le affascinanti modelle di Mood Management splendidamente abbigliate in tema.

I gioielli di Touring e Scuderia Jaguar Storiche

Il determinante contributo del Registro Storico Touring Superleggera e di Scuderia Jaguar Storiche ha permesso di riunire veri capolavori dell’eleganza, della raffinatezza e del lusso su quattro ruote del XX secolo. Sotto la guida dell’infaticabile segretario del MAMS Francesco Sciarrone, le vetture si sono disposte a corolla nel naturale palcoscenico rappresentato dall’immensa corte d’ingresso della Reggia di Monza dominata dalla imponente fontana con alle spalle la Villa in stile neoclassico realizzata dal Piermarini nel 1771 e usata come residenza privata dai reali austriaci, in seguito diventata Palazzo Reale con il Regno d’Italia Napoleonico, e mantenuta in tale funzione dai Savoia.

Best of Show la Lancia Astura Torpedo Sport

C’era di che lustrarsi davvero gli occhi, uno straordinario parterre de rois con pezzi degni dei più celebri concorsi di eleganza internazionali. Non è un caso che “Best of Show” sia stata proclamata una stupenda Lancia Astura Torpedo Sport del 1933 carrozzata da Castagna. Una otto cilindri che vinse allora il Concorso di Eleganza di Villa d’Este, per trionfare di nuovo quando venne presentata come prezioso esemplare da collezione in anni più recenti. Bellissima nella livrea bicolore, seppe stregare anche i severi giudici di Pebble Beach aggiudicandosi la coccarda più ambita dai collezionisti di tutto il mondo. Altrettanto affascinante l’Alfa Romeo 1750 6C del 1930 in livrea bianco panna e capotte nocciola. Sapore dei favolosi anni Trenta con la rosso-arancio Fiat 522 Torpedo Sport Viotti del 1931 con capotte e porte bianche. Lusso d’altri tempi con la imponente ma elegante Rolls Royce Phantom II del 1930. Aria di Brookland con la corsaiola Riley Nine Special del 1936. Fuori dagli schemi tradizionali, ma proprio per questo affascinanti la Lancia Aprilia Cabriolet del 1948, la Bristol 401 del 1953 e la Volvo PV 544 B 18 Sport del 1964 . Opulenta e da teste coronate la Rolls Royce Silver Wraith del 1957. Splendidamente rappresentate le Ferrari con una stupenda Ferrari 400 Superamerica conservata come nuova del 1968 e una altrettanto prestigiosa 250 GT Lusso del 1963. Non mancavano le chicche per palati fini come la Fiat 1100 TV Coupé del 1955 carrozzata Pininfarina, la Lancia Aurelia B 24 Spider America del 1955 o ancora le Lancia Appia Convertibile carrozzata Vignale del 1961 e la Flaminia 2,5 3C Convertibile carrozzata Touring Superleggera del 1962.

La storia dell’eleganza e dello stile su quattro ruote

Le vetture sono state magistralmente presentate da Franco Ronchi, presidente nonché fondatore del Registro Storico Touring Superleggera. Cultore e profondo conoscitore delle auto d’epoca, ha saputo trovare per ogni vettura particolarità e aneddoti poco noti al grande pubblico. Il bagno di folla previsto per il primo maggio nel centro di Monza è stato in parte vanificato dalla incessante pioggia che non ha tuttavia impedito ai partecipanti di sfilare in piazza Trento e Trieste. Decisamente meno “umida” la cena di gala del sabato nel sontuoso Hotel De la Ville, degna cornice per un concorso dove stile, eleganza e lusso si sono fusi in perfetto connubio. Ovviamente con simili premesse Auto & Lusso non poteva che essere partner della manifestazione.

Guarda la fotogallery del concorso