Salone dell’Auto di Torino. L’unico open air

Salone dell’Auto di Torino. L’unico open air

Salone dell’Auto di Torino. L’unico open air

Il Salone dell’Auto di Torino, seconda edizione, compie un ulteriore salto di qualità. Le Case auto dicono sì alla formula open air

chiudi


Il Salone dell’Auto di Torino, in pieno svolgimento nell’incredibile cornice del Castello e del Parco del Valentino sino a domenica 12 giugno, riceve l’imprimatur più ambito, quello delle Case auto. I Brand presenti lo scorso anno si sono presentati ed altri se ne sono aggiunti, decretando il successo di una formula sulla quale ben pochi avrebbero scommesso quando ad Andrea Levy venne l’idea di organizzare un Salone davvero fuori dall’ordinario: niente pareti ma gli alberi del Parco del Valentino e come soffitto il cielo. Una scelta a dir poco coraggiosa: format all’aperto, con orario continuato fino alle 24, a ingresso gratuito e layout uguale per tutti i Brand partecipanti, rappresentato dalle pedane sulle quali esporre le vetture.

Il meglio della produzione automobilistica

L’idea si è dimostrata vincente. Su quelle pedane oggi c’è il meglio della produzione automobilistica mondiale. Con le Case che come nei Saloni internazionali più blasonati hanno organizzato una serie di conferenze stampa con la presenza dei rispettivi massimi responsabili per illustrare le vetture in mostra. Ben 21 le anteprime nazionali alle quali si aggiungono le 8 anteprime mondiali dei Centri Stile che hanno eletto Torino quale passerella privilegiata delle loro creazioni.

Un tour tra le novità di mercato

Il tour che qualunque visitatore può fare, senza spendere un centesimo, inizia dall’ingresso Ascari con la vincitrice del riconoscimento Auto dell’Anno 2016, Opel Astra accanto alla quale si trovano l’Astra Tourer e l’Adam Rockstar S. Tocca poi a Volkswagen che schiera la Nuova Tiguan e la Golf GTE, dopo le quali si presenta SEAT con l’anteprima nazionale, la nuova Ateca e con la Leon Cupra. Proseguendo la passeggiata s’incontrano Skoda, con Nuova Superb e Fabia RS, e il gruppo Renault che per il suo debutto al Salone dell’Auto di Torino presenta per la prima volta in Italia la Nuova Scenic insieme a Espace, Talisman Sporter e Nuova Megane GT, chiude Dacia con il Duster Urban Explorer. Continua la passeggiata, ci si avvicina all’ingresso Nuvolari, e si trova Ford, un altro Brand che al suo esordio propone due anteprime nazionali S-Max Vignale e Edge Vignale, e poi Focus RS e Mustang.

Vetture da sogno in pedana

Si oltrepassa l’arco romano ed è il turno del gruppo FCA che quest’anno espone anche il Brand Fiat Professional con Fullback, seguono Lancia con Ypsilon Miya, Abarth con 124 Spider e 595, world premiere assoluta, Fiat con 500 S, 124 Spider e Tipo HB, Alfa Romeo con Giulia Quadrifoglio e 4C Spider, Jeep con Wrangler e Grand Cherokee e Maserati che in pedana espone Levante e Ghibli. Sulla destra la scalinata del Castello, sulla sinistra il fiume Po, sulle pedane Ferrari, che ha scelto il Salone dell’Auto di Torino per presentare l’anteprima nazionale GTC4Lusso in pedana accanto alla 488 Spider. Si va avanti con BMW 3.0 CSL Hommage-R, M6 Competition Edition, M4 GTS e M2, MINI Clubman Scrambler, Suzuki Vitara Exclusive e Jimny Street, entrambe anteprime nazionali. Ma le primizie per il pubblico italiano continuano con Pagani Huayra BC, che precede Aston Martin DB 11, Mercedes Benz AMG C63S Coupé, Smart Fortwo Cabrio, le Lamborghini Huracan Spyder e Huracan 2WD. Torna Audi al Salone dell’Auto e torna in grande stile con l’anteprima nazionale R8 Spyder insieme a RS6, R18 e RS7, Porsche 718 Boxster e 911 Turbo S, Jaguar F-Type SVR (anteprima nazionale), XF AWD e FPace, Land Rover Range Rover Evoque Convertibile, Lexus propone RX Hybrid e Toyota RAV4 Hybrid. Due pedane per due anteprime italiane per Kia con Niro e Optima Ecohybrid, mentre Mazda sceglie il trittico Mazda3, 787B e MX-5. Si prosegue verso l’ingresso Farina incontrando Lotus Evora 400, Noble M600 e l’anteprima mondiale di Mazzanti Evantra Millecavalli. Poi tocca a McLaren con l’anteprima nazionale 570 GT, Bentley Bentayga e un filotto di premiere per l’Italia: QX 30 di Infiniti, SsangYong XLV, Corvette Z06 C7.R edition, la nuova Chevrolet Camaro. L’ultima pedana prima del fiume Po è occupata dalla Cadillac ATS- coupé.

Qui finisce il settore prettamente di prodotto, poi si entra in quello dedicato ai Carrozzieri e ai Centri Stile. Vai alla seconda parte

Guarda la fotogallery delle supercar

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella fotogallery