Scion al NAIAS di Detroit

Scion al NAIAS di Detroit

Scion al NAIAS di Detroit

Sono 11 i modelli che Scion presenta al NAIAS di Detroit in questi giorni. Ecco tutte le proposte del marchio al Salone d’America

chiudi


Con due nuovi modelli presentati durante l’anno appena passato, Scion inaugura questo 2016 volendosi presentare come uno dei brand più energici del settore automotive. La tendenza, quindi, che la Casa sfoggia al North American International Auto Show (NAIAS) è quella di modelli orientati a un target molto giovane.

Al fianco degli 11 veicoli esposti, tra cui troviamo iM, iAtC, Scion mostrerà il concept della C-HR dopo il suo primo debutto mondiale nello scorso novembre. Il concept della C-HR figura un design iconico che incorpora funzionalità e performance sportive. Il modello strizza l’occhio ai giovani creativi urbani, gli “yuccies”, che desiderano una vettura che sia nello stesso tempo distintiva, sofisticata e sobria. La produzione di serie del modello è attesa per i prossimi mesi

scion c hr concept

Scion, il concept della C HR

A Detroit fa la sua figura anche la FR-S Release Series 2.0, una delle più esclusive che Scion abbia mai presentato. Colpisce subito l’attenzione con il suo colore Lunar Storm e i cerchi da 7 pollici. Gli interni sono contraddistinti da accenti con sfumature color caramello sulle sedute  nere in Alcantara. La produzione della Release Series 2.0 è limitata a soli 1000 veicoli.

Altri due modelli Scion degni di nota sono la FR-S che ha gareggiato nella leggendaria Pikes Peak International Hill Climb in Colorado lo scorso giugno. Il veicolo è stato disegnato da Mackin Industries come progetto speciale e assemblato nel 2013 per essere presentato al SEMA. È stata incrementata la motorizzazione e il sistema di raffreddamento.

La Pikes Peak FR-Ssarà accompagnata da un’altra FR-S, che è stata una delle solo nove vetture che hanno partecipato alla Ever-Better Expedition di Toyota in Nord America: n viaggio-spedizione transcontinentale della durata di 110 giorni che il marchio nipponico ha organizzato la scorsa estate per provare le reali performance dei veicoli su strada, rimanendo in qualche modo sempre connessi con i clienti, e per trovare ispirazione per il design e lo sviluppo dei futuri veicoli.