Sconti Rc auto verso l’ok ai criteri Ivass

Sconti Rc auto verso l’ok ai criteri Ivass

Sconti Rc auto verso l’ok ai criteri Ivass

Su sconti Rc auto si sta procedendo verso l’approvazione ai criteri Ivass. Le ultime dopo l’incontro al Mise tra governo e relatori del ddl concorrenza

chiudi

Caricamento Player...

Sarà l’Ivass a stabilire i criteri degli sconti Rc auto che le compagnie di assicurazione dovranno praticare agli automobilisti “virtuosi” che accettano di montare scatole nere e strumenti di verifica del tasso alcolemico. Sconti che saranno maggiori per i residenti nelle aree a più elevata frequenza di sinistri, in particolare al Sud. È questo quanto emerso al termine di un incontro al ministero dello Sviluppo Economico tra governo e relatori del ddl concorrenza che ha sciolto il nodo degli articoli 3 e 7 del provvedimento.

Per chi non se lo ricordasse, la scatola nera è un dispositivo capace di monitorare il comportamento di guida e di registrare in tempo reale diversi parametri dinamici del mezzo. Esattamente come quelle che sono montate sugli aerei e di cui spesso si sente parlare – purtroppo – in caso di tragedie in volo. In questo modo la scatola nera permette di ricostruire in maniera sicura la dinamica di un eventuale incidente e dare quindi il via libera ai suddetti sconti per i costi Rc auto della polizza, visto che generalmente la maggior parte delle compagnie assicurative si sentono tutelate da eventuali frodi.

Sconti Rc auto: cosa cambia?

Il governo avrebbe quindi confermato il suo sostegno all’emedamento dei relatori Salvatore Tomaselli (Pd) e Luigi Marino (Ap) che modifica il sistema di sconti in percentuale imposti dalla stessa Ivass, emerso dal testo approvato alla Camera e sui quali è stato paventato il rischio di una procedura d’infrazione Ue.

L’emendamento stabilisce invece che l’Ivass definisca i criteri degli sconti e che siano poi le compagnie ad applicarli, assicurando comunque agli automobilisti virtuosi una riduzione singnificativa del premio ed un ulteriore taglio per quelli residenti al Sud.

Fonte: Askanews