Scooter sharing: l’ultima novità è su una app

Scooter sharing: l’ultima novità è su una app

Arriva Scooterino, la app per lo scooter sharing. Ne parla il fondatore, Oliver Page, un americano che vive a Roma

A Roma ci si muove essenzialmente in scooter. E allora perché, anzi che il car sharing, non portare nell’urbe lo scooter sharing? Detto fatto, con la app Scooterino ,creata dall’italo-americano Oliver Page, rimasto colpito dalla bellezza e dal traffico della città eterna.

L’idea è nata mentre stavo vivendo da due anni in California e sono venuto a fare visita alla mia famiglia. Stavo aspettando l’autobus e dopo 30 minuti che non passava mi sono stufato e ho iniziato a osservare il traffico e l’ambiente dove mi trovavo e ho notato – ha raccontato Page, a margine di un evento alla John Cabot University – che c’erano centinaia di scooter che passavano ogni due minuti e tutti avevano solo una persona a bordo ma erano omologati per due persone e mi sono detto: ‘se fossi in California qualcuno avrebbe già inventato un’app che permette alla gente che aspetta i mezzi pubblici si collegarsi con le persone in scooter che hanno un posto libero e di condividere un passaggio’ e da questa mia esigenza è nata l’idea e ora esiste.

Ora è solo su Roma vogliamo monopolizzare questo mercato prima e dopo quando ci sentiremo pronti – prosegue Page, annunciando – la porteremo a Milano, Firenze, Bologna, Genova. Abbiamo molte richieste per portare il servizio in altre città.