Torino Creative City per il Design: arriva la mostra celebrativa

Torino Creative City per il Design: arriva la mostra celebrativa

Torino Creative City per il Design: arriva la mostra celebrativa

Torino Creative City per il Design: una mostra celebrativa lunedì 7 dicembre al Castello del Valentino per una città che è stata storia del design

chiudi

Caricamento Player...

Tre vetture che sono diventate veri simboli del design automobilistico. È questo il cuore della mostra per festeggiare la nomina della città di Torino a Creative City che si terrà lunedì 7 dicembre dalle 10 alle 16 nella splendida cornice del cortile del Castello del Valentino. Le tre grandissime saranno quindi una Lancia Lambda, modello prodotto dal 1923 al 1931, considerato uno dei capolavori di Vincenzo Lancia per via delle importanti innovazioni tecniche che la caratterizzano; una Fiat 1500, prodotta dal 1935 al 1950, prima autovettura italiana a introdurre nel mondo dell’automobile un concetto:  del tutto nuovo: l’aerodinamica. Infine, sarà possibile ammirare un’Alfa Romeo Giulietta Sprint, vettura sportiva prodotta dalla casa automobilistica italiana Alfa Romeo, dal 1954 al 1965 che da subito, grazie al suo design rivoluzionario, conquistò il grande pubblico.

L’ospite d’onore

A partecipare alle celebrazioni di Torino Creative City per il Design ci sarà anche ASI, l’Automotoclub Storico Italiano (160mila soci in tutta Italia e 300 Club), che si è adoperato, insieme ad altre istituzioni torinesi, perché la città entrasse a far parte del Creative City Network, come è poi effettivamente avvenuto dal 1° dicembre dello scorso anno.

È stato per me naturale individuare e proporre Torino alla candidatura di Creative City per il design ha commentato il presidente dell’ASI – Automotoclub Storico Italiano, Roberto Loi. Torino senza ombra di dubbio riveste un ruolo centrale nel mondo del design e in particolar modo in quello del motorismo. La città è da sempre capitale indiscussa dell’automobile, qui sono nate le prime fabbriche, la prima scuola italiana per meccanici e talenti dello stile come Giugiaro, Pininfarina e Bertone, che hanno fatto di Torino un polo di eccellenza che va al di là del solo aspetto produttivo, diventando un fenomeno culturale e sociale.