Tour Auto Optic 2000 la partenza da Parigi

Tour Auto Optic 2000 la partenza da Parigi

Tour Auto Optic 2000 la partenza da Parigi

Il Tour Auto Optic 2000, giunto alla 25a edizione, ha preso il via alle prime luci dell’alba da Parigi, dopo la fastosa cerimonia al Grand Palais

chiudi

Caricamento Player...

La fascinosa cornice del Grand Palais

Il Tour Auto Optic 2000, prestigiosa manifestazione riservata alle vetture storiche da competizione che abbiano preso pare al celebre Tour de France Automobile svoltosi dal 1951 al 1973, ha preso il via alle prime luci dell’alba dopo che le favolose partecipanti sono state esposte, come è tradizione, al Grand Palais dove nel 1900 si è tenuta l’Esposizione Universale ed in seguito è stato sede del salone dell’auto dal 1901 sino al 1961. La spettacolare architettura è da allora prestigiosa cornice per esposizioni e raffinati eventi.

200 vetture da sogno

Il palcoscenico ideale per mettere in risalto la bellezza e la classe di 200 vetture da sogno, tante sono le iscritte a questa 25a edizione che si presenta ricca di novità, capaci ancora una volta di affascinare e stupire il Gotha del collezionismo mondiale che da anni considera il Tour Auto Optic 2000, organizzato da Peter Auto, tra gli appuntamenti da non perdere. I partecipanti, vestiti i panni dei piloti di un tempo, si lanceranno in una lunga galoppata di oltre 2000 chilometri attraverso la Francia sino a raggiungere in cinque giorni Cannes, perla della Costa Azzurra e meta finale del raid.

Spettacolare prova speciale in notturna

Oltre ad attraversare su strade spesso cristallizzate nel tempo le più belle regioni di Francia, i concorrenti saranno impegnati in prove di velocità e regolarità su quattro famosi circuiti ((Dijon-Prenois, Bresse, Lédenon, Paul Ricard) e dovranno affrontare 11 prove speciali su strada chiusa. Per questa edizione anniversario Peter Auto ha previsto una conclusione spettacolare. Arrivati a Cannes i concorrenti non avranno finito la gara, ma li attenderà una lunga galoppata in notturna sulle alture dell’entroterra con due prove speciali ed arrivo finale sulla celeberrima Croisette a Cannes.

Ventiquattro Ferrari al via

Parterre de rois per le vetture con al via ben 24 Ferrari, compresa la 250 GT Berlinetta vincitrice nel 1960 del Tour de France. Altrettanto blasonate le Jaguar MK I e MK II che vinsero per quattro anni consecutivi, dal 1960 al 1963. Che dire poi delle otto Shelby Cobra, le quattro Ford GT40, le dodici Jaguar E Type, lo stuolo di Porsche, tra cui una rara 550 RS Spyder, per finire alle Alfa Romeo, splendidamente rappresentate da una 1900 CSS.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella foto gallery