Truffa auto del contachilometri come difendersi e come riconoscerla

Truffa auto del contachilometri come difendersi e come riconoscerla

Truffa auto del contachilometri come difendersi e come riconoscerla

Truffa auto del contachilometri come difendersi

chiudi


Truffa auto del contachilometri come difendersi e come comportarsi per evitare di acquistare un’auto ben più vecchia di quanto sembri.

Il vero parametro di misura dell’età di un’auto

Lo sanno anche i sassi: il vero parametro per valutare l’età di un’auto non sono tanto gli anni quanto i chilometri che ha percorso. Non significa che un’auto di 15 anni valga come nuova se non si è mai mossa; anche l’inattività ha un suo peso e le sue conseguenze.

Ma le auto si svalutano in generale molto più rapidamente se hanno percorso molti chilometri. È per quello che, ancora oggi, uno dei metodi preferiti dei venditori (privati e concessionari) disonesti per truffare l’acquirente è “tirare indietro” il contachilometri.

Capire gli indizi

Sfortunatamente non c’è un metodo scientifico per capire se un contachilometri è stato manomesso. Bisogna andare un po’ a senso e affidarsi a istinto e capacità deduttive. Il bello della truffa è proprio questo: se condotta come si deve, è difficile da rilevare anche per i professionisti.

Percorrenza media

In media un italiano percorre intorno ai 12-15000 chilometri all’anno con la propria auto. Si tratta di circa 1.000 chilometri al mese. Se la cifra discosta molto da questa media, qualche domanda è opportuno farsela.

Naturalmente bisogna sempre tenere presente che esistono anche motivazioni perfettamente valide. Una persona che lavora da casa o un pensionato avranno percorrenze enormemente inferiori. Bisogna valutare un po’ la situazione.

Controllo ricevute e tagliandi

Quando si dice che acquistare un’auto senza documentazione dei tagliandi è una pessima idea, non è solo perché la manutenzione ordinaria di un’auto è fondamentale. Ma è anche perché ricevute e documenti sono la prima cosa che un truffatore fa sparire, visto che i meccanici indicano i Km con cui sono stati effettuati gli interventi.

Attenzione anche agli adesivi applicati dalle officine nelle portiere. Se sono stati cancellati è meglio lasciar perdere di gran carriera.