Truffa auto dello specchietto come difendersi e come reagire

Truffa auto dello specchietto come difendersi e come reagire

Truffa auto dello specchietto come difendersi e come reagire

chiudi

Truffa auto dello specchietto come difendersi, come funziona e come reagire

Truffa auto dello specchietto come difendersi, come funziona e come reagire: ecco smascherata un’altra truffa dei soliti furbetti.

Un classico sempreverde, che purtroppo funziona ancora spesso

A nessuno piace essere truffato. La delusione verso sé stessi per essersi fatti buggerare è sempre bruciante e tende a non andarsene per lunghi periodi di tempo. Tuttavia, purtroppo può capitare; non sempre è sufficiente tenere gli occhi bene aperti.

Alcune truffe sono particolarmente elementari, ed è in teoria facile evitarle. Ma non è mai detto: basta un momento di disattenzione, e ci si ritrova alleggeriti di qualche soldo e di una buona dose di autostima. Uno degli “evergreen” in campo automobilistico è la truffa dello specchietto. Ecco come funziona.

Danno simulato

Questa truffa avviene “in mobilità”. Il truffatore procede davanti alla vittima e marcia con lentezza estrema, fino a esasperare la vittima che lo sorpassa. Durante la fase di sorpasso, il truffatore produce un suono con un bastone o qualsiasi altra cosa, rumoroso abbastanza da far pensare a un contatto.

A questo punto l’acceleratore del truffatore “si sveglia” e comincia a tampinare la vittima facendogli segno di accostare, usando i fari, le quattro frecce, il clacson e così via. A un certo punto la vittima si fermerà, e il truffatore l’accuserà di avergli distrutto uno specchietto durante il sorpasso.

Frottola

Si tratta naturalmente di un’invenzione bella e buona. Probabilmente lo specchietto era già rotto da prima, oppure l’ha rotto il truffatore proprio in quel momento (chissà da dove arriva l’auto).

È possibile accorgersi della malafede perché il truffatore non parla mai di constatazione amichevole o di chiamare le autorità. Al contrario, pretende sempre un rimborso immediato in denaro contante.

Difendersi è semplicissimo: basta insistere per compilare i documenti del caso, oppure tirare fuori il telefono e cominciare a fare foto e video.