7 milioni di dollari per LaFerrari battuta a Daytona per la ricostruzione

7 milioni di dollari per LaFerrari battuta a Daytona per la ricostruzione

7 milioni di dollari per LaFerrari battuta a Daytona per la ricostruzione

7 milioni di dollari, a tanto è arrivata LaFerrari messa all’asta a Daytona da Maranello per aiutare le popolazioni terremotate

chiudi

Caricamento Player...

Battuta a 7 milioni di dollari LaFerrari, esemplare unico, messa all’incanto dalla Casa del Cavallino Rampante per aiutare le popolazioni terremotate del centro Italia. La seguitissima asta organizzata da RM Sotheby’s in collaborazione con la National Italian American Foundation ha visto lievitare rapidamente il valore fino a raggiungere una cifra assolutamente da record per una vettura del 21esimo secolo.

Esemplare unico personalizzato a Maranello

LaFerrari aggiudicata da un cliente che ha richiesto di restare anonimo vanta una livrea unica con un tema decisamente italiano: rosso il colore della carrozzeria, con una linea bianca che attraversa il cofano e il parabrezza posteriore. Una piccola bandiera tricolore sul cofano ricorda come questo modello sia un dono della Ferrari per il proprio Paese. La vettura avrà inoltre una speciale targa commemorativa.

I 7 milioni di dollari per la ricostruzione

Tutto il ricavato dell’asta verrà destinato a un progetto di ricostruzione nelle zone del centro Italia recentemente colpite dal sisma. La decisione di donare una LaFerrari di proprietà del Cavallino Rampante per questa nobile causa era stata annunciata lo scorso 31 agosto dallo stesso presidente Sergio Marchionne nel corso del vertice bilaterale Italia-Germania, tra il premier Matteo Renzi e la cancelliera Angela Merkel, tenutosi nella sede Ferrari a Maranello.

Ferrari Daytona

Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel transitano appaiati sulla linea del traguardo

Grande spettacolo per una grande festa

L’asta è stato uno dei momenti clou delle Finali Mondiali del Cavallino, tenutesi per prima volta quest’anno a Daytona. Nel celebre “catino” si è assistito anche alla più grande parata di Ferrari mai vista su una pista americana, con oltre 800 vetture guidate dai loro proprietari. Per non parlare dell’esibizione dei piloti della Scuderia Ferrari, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel che hanno dato spettacolo al volante di due F60 esibendosi in partenze fulminee, in velocissimi pit stop, insieme ai meccanici della Scuderia, e nei tradizionali burn-out. Prima di rientrare al box, i due sono transitati appaiati sulla linea del traguardo in una citazione del celebre arrivo in parata delle tre Ferrari alla 24 Ore del 1967. Lo show è stato aperto con un ricordo dell’altra affermazione del Cavallino Rampante a Daytona, quella del 1998, quando a passare per prima sotto la bandiera a scacchi era stata la F333 SP. Sette esemplari di questa vettura hanno sfilato in pista emozionando gli appassionati americani che tante gare l’hanno vista vincere a metà degli anni Novanta.

Ferrari Daytona

Le leggende del Cavallino a Daytona