Aston Martin V12 Vantage S: per i duri e puri

Aston Martin V12 Vantage S: per i duri e puri

Aston Martin V12 Vantage S: per i duri e puri

La Aston Martin V12 Vantage S è per chi una supercar la vuole “sentire”, a partire dal cambio rigorosamente manuale

chiudi

Caricamento Player...

La Aston Martin V12 Vantage S si rivolge a quella particolare categoria di appassionati duri e puri che quando guidano una supercar la vogliono “sentire”. Per questo rifuggono da ogni ausilio elettronico. Il piacere è nel dominare potenza e velocità. Certo per riuscirci occorre essere decisamente abili, ma è questo che fa la differenza con quelli che ritengono i “pantofolai del volante”.

Cambio manuale a 7 marce

Certo sulla Aston Martin V12 Vantage S il cambio automatico Sportshift III con trasmissione a doppia frizione, a prova d’errore e con velocità di cambiata fulminea è una meraviglia. Ma vuoi mettere il piacere, tutto racing vecchi tempi, di premere sul pedale della frizione e “giocare” alla perfezione sulla leva del cambio per inserimenti della massima precisione? Per questo con l’aggiornamento della gamma Vantage, il model year 2017, presenta il cambio manuale 7 marce sulla V12 Vantage S in alternativa all’automatico Sportshift III.

Disposizione a “zampa di cane”

Se tradizione deve essere che tradizione sia, così ecco la disposizione dog-leg, a “zampa di cane”, cosiddetta perché la prima è in basso a sinistra e in alto la seconda, là dove normalmente si trova la prima. Marce invertite che hanno una loro logica corsaiola, dato che rendono il passaggio dalla seconda alla terza (e in scalata) perfettamente lineare, oltre a ritrovarsi con la settima marcia al posto della sesta, in basso a destra. Per sapere sfruttare a dovere il “giochino” bisogna essere bravi, ma bravi davvero. Ulteriore chicca, quelli di Gaydon sono riusciti anche con il cambio manuale 7 marce a mantenere le funzioni di AMShift, la doppietta automatica in scalata e passaggi di marcia in salita a gas del tutto aperto, con minime interruzioni dell’erogazione.

A patto di saperci fare con cambio e frizione, l’Aston Martin V12 Vantage S schizza da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 330 km/h.

Grinta sportiva in ogni particolare

L’impronta sportiva la si ritrova anche negli allestimenti interni ed esterni. Il pacchetto Sport Plus Pack permette di scegliere tra cinque diverse tinte per la carrozzeria con effetti colorati a contrasto per paraurti, contorni della calandra, pinze freno, calotte degli specchietti e parte del diffusore. L’interno è caratterizzato dai rivestimenti neri o grigi con profili e impunture a a contrasto. Come l’intera gamma Vantage, compresi i modelli V8 S, anche la Aston Martin V12 Vantage S è dotata del nuovo sistema infotainment AMi III, migliorato nelle funzioni del navigatore satellitare, con una grafica nuova e maggiori possibilità per la sintesi vocale delle istruzioni.

Le prime consegne della Aston Martin V12 Vantage S con cambio manuale sono previste a partire dall’ultimo quadrimestre del 2016.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella fotogallery