Come evitare danni alla frizione, consigli

Come evitare danni alla frizione, consigli

Come evitare danni alla frizione, consigli

Evitare danni alla frizione, suggerimenti e precauzioni

chiudi


Evitare danni alla frizione fa bene – molto bene – al portafogli. È un’operazione che le auto con molti chilometri devono affrontare, prima o poi, ma è meglio non forzare la mano: i costi di un intervento simile sono piuttosto salati. Meglio posticiparlo il più a lungo possibile.

Niente “drag racing”

Una delle pratiche più comuni che fanno soffrire di più la frizione sono le partenze brusche, in accelerata. Meglio evitarle più possibile; con un’auto a gasolio, per esempio, si può semplicemente rilasciare la frizione e aspettare che l’auto si metta in marcia tramite la spinta al minimo, e solo dopo accelerare. Naturalmente questo non sempre è praticabile, e non significa certo che un’accelerata ogni tanto vi brucerà istantaneamente la frizione.

Occhio alle partenze in salita

Le partenze in salita sono concettualmente analoghe a una partenza molto aggressiva in pianura. Se non vengono attuate con precisione rischiano di sforzare inutilmente la frizione. Se la pendenza è particolarmente elevata, meglio appoggiarsi al freno a mano; anche in questo caso i motori diesel hanno un vantaggio grazie all’elevata coppia al minimo: a meno di pendenze estreme, in genere basta rilasciare dolcemente la frizione con la prima inserita per avviare la partenza. Una volta che la frizione è stata completamente rilasciata si può premere l’acceleratore.

Mai tenere il piede sulla frizione durante la marcia

C’è chi, per essere più pronto a cambiare, tende a tenere il piede sinistro appoggiato sul pedale della frizione, per essere più pronto a cambiare. Anche se la pressione è leggerissima, le conseguenze per la frizione possono essere molto gravi. Quindi: durante la marcia, il piede va appoggiato a fianco, sull’apposito supporto che ormai si trova su tutte le auto.

Occhio ai carichi

Attenzione anche a trainare rimorchi e roulotte, specialmente in salite lunghe e impegnative. L’ulteriore sforzo per spostare tutti i chili in più si ripercuote anche sulla frizione.

Vuoi approfondire? Ecco come funziona una frizione, su Wikipedia.