F1 GP d’Italia Monza 2017. Siamo al rush finale?

F1 GP d’Italia Monza 2017. Siamo al rush finale?

F1 GP d’Italia Monza 2017. Siamo al rush finale?

F1 GP d’Italia Monza 2017. “Siamo vicini all’accordo anche se la situazione è complessa” Così il Presidente ACI Sticchi Damiani

chiudi

Caricamento Player...

F1 GP d’Italia: Monza vs Imola

La FIA Sport Conference al Lingotto di Torino era un’occasione troppo ghiotta per non approfittare di chiedere al Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani a che punto è la trattativa con Bernie Ecclestone per la permanenza del GP d’Italia a Monza anche per la stagione 2017. Come è noto la situazione è estremamente complessa, resa ancora più “fluida” e delicata dalla entrata in campo dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, per anni sede del GP di San Marino, e che ora vorrebbe il GP d’Italia da sempre patrimonio dell’autodromo monzese. Uberto Selvatico Estense, presidente del circuito imolese, è volato a Baku per convincere Ecclestone che dal canto suo ha rilasciato sibilline dichiarazioni che i media hanno interpretato come conferma che la gara si appresti a traslocare.

Angelo Sticchi Damiani

Il Presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani

Accordo vicino ma con tante incognite

A Torino Sticchi Damiani ha affermato che l’accordo con Ecclestone è vicino. ACI e Ecclestone avrebbero trovato punti di convergenza nel corso del weekend di Monte Carlo ed a questi le parti si stanno attenendo, nonostante le dichiarazioni rilasciate a Baku dal patron della F1 “non facilitino la trattativa”. Il presidente ACI ha sottolineato che la questione è articolata e complessa. Il contratto è molto oneroso. ACI lo dovrà sottoscrivere direttamente, visto che né SIAS, la società che gestisce l’autodromo, né ACI Milano sono in grado di assumersi un simile impegno.

Maroni dà una mano ma non basta

La delibera di questi giorni di Regione Lombardia che ha approvato l’assestamento di bilancio con cui sarà possibile un contributo di 5 milioni di euro l’anno per quattro anni, è indubbiamente una salutare boccata d’ossigeno, ma non è sufficiente ad onorare l’impegno preso con Ecclestone. Ecco spiegata la necessità di un solido sponsor capace di garantire un finanziamento sostanzioso e prolungato nel tempo. Sticchi Damiani non ha fatto alcun nome, limitandosi a dire che “esiste un importante sponsor nazionale con cui si sta definendo un accordo”. Non ha voluto scendere nella diatriba con Imola, affermando tuttavia che per ACI la sede naturale del GP d’Italia è l’Autodromo Nazionale Monza.

A Ecclestone l’ultima parola

Nei prossimi giorni la FIA divulgherà i calendari per la stagione 2017, è probabile che al posto della sede del F1 GP d’Italia ci sia un asterisco. La questione è ancora estremamente fluida e si presta, nelle prossime settimane, a clamorosi colpi di scena. Ecclestone ha più volte ripetuto che, pur nell’interesse di mantenere in vita il Gran Premio d’Italia, potrebbe anche decidere di non confermarlo e andare a correre la prova del mondiale di F1 da un’altra parte, gli esempi non mancano e Baku insegna.