F1 GP Messico qualifiche: Hamilton pole. Delusione Ferrari

F1 GP Messico qualifiche: Hamilton pole. Delusione Ferrari

F1 GP Messico qualifiche: Hamilton pole. Delusione Ferrari

chiudi

F1 GP Messico qualifiche. Hamilton conquista la pole, ma Rosberg agguanta all’ultimo la prima fila. Ferrari fa sperare, ma poi delude

F1 GP Messico qualifiche. Si inizia bene per Ferrari che conferma lo stato di grazia delle prove libere. Nel Q2 Sebastian Vettel, con le gomme gialle (soft) gira sugli stessi tempi di Lewis Hamilton. Entrambi si assicurano quindi di partire con le gomme gialle che, in gara, potrebbero consentire di mettere in atto una strategia su un’unica sosta. Più veloce è Max Verstappen, ma con le gomme rosse supersoft che obbligano a più soste. Solo quinto Nico Rosberg (gialla) dietro a Daniel Ricciardo (rossa) e davanti a Kimi Raikkonen (gialla).

Le Ferrari soffrono il caldo

Sarebbe logico attendersi che nel Q3 con le gomme rosse da qualifica le Ferrari migliorino le proprie performance, cosa che puntualmente avviene per le Mercedes con Hamilton che si aggiudica la pole in 1:87.704. Rosberg, nonostante l’ultimo giro capolavoro, non riesce a strappargliela, ma con + 0.254 affiancherà in prima fila il campione del mondo in carica. Le Ferrari invece soffrono il caldo. Sino a quando la temperatura dell’asfalto è sotto i 50 gradi vanno che è una meraviglia, ma quando questa passa a 55, di colpo le supersoft smettono di offrire un grip ottimale. Risultato: Raikkonen (ancora davanti al compagno di squadra in qualifica) partirà sesto, mentre Vettel settimo. Seconda fila tutta Red Bull con Verstappen + 0.350 e Ricciardo + 0.429.