F1 GP Spagna. Stupido Hamilton, stratosferico Verstappen

F1 GP Spagna. Stupido Hamilton, stratosferico Verstappen

F1 GP Spagna. Stupido Hamilton, stratosferico Verstappen

F1 GP Spagna. Straordinaria impresa di Verstappen che vince il suo primo GP. Hamilton combina un disastro e si auto elimina con Rosberg

chiudi


Carambola Mercedes dopo 30 secondi

Hamilton è stato “stupido”, non sono io a dirlo ma Niki Lauda a “caldo” ai microfoni di Sky Sport. Lasciando perdere le bizantine regole che stabiliscono che un pilota che viaggia a 300 all’ora dovrebbe lasciare strada quando chi tenta di sorpassarlo lo affianca e le discussioni infinite che ne sono derivate e proseguiranno nelle prossime ore e nei prossimi giorni, è parso evidente che a Luis Hamilton è salito il sangue alla testa quando, dopo essere partito in pole si è visto superare dal compagno di squadra e leader del mondiale Nico Rosberg; ha voluto subito riconquistare la prima posizione. Nico gli ha chiuso la porta in faccia facendolo finire sull’erba. Luis ha perso il controllo e la sua Freccia d’Argento come una trottola impazzita ha finito per travolgere anche Rosberg con gran finale nella sabbia e gara terminata per entrambi.

Max: essere campione a diciotto anni

Fuori le Frecce d’Argento, le Rosse hanno cercato di prenderne il posto, ma non hanno fatto i conti con le sorprendenti Red Bull e soprattutto con il bimbo prodigio Max Emilian Verstappen che per nulla intimorito di avere a che fare con due pluricampioni del mondo li ha tenuti a bada imprimendo alla corsa un ritmo infernale, riuscendo a mantenere la testa sino a tagliare il traguardo del suo primo gran premio a soli diciotto anni. La strada per eguagliare i pluricampioni del mondo che ha battuto è ancora lunga, ma il viatico l’ha conquistato nel modo più spettacolare diventando il vincitore più giovane delle Formula 1.

Doppio podio per le Rosse

Doppio podio per la Ferrari, seconda con Raikkonen e terza con Vettel, ma delusione per la vittoria mancata. In classifica mondiale cambia poco, perché Rosberg rimane sempre leader con 100 punti, ma Raikkonen sale al secondo posto a quota 61 seguito da Hamilton (57), Vettel e Ricciardo (48). La Ferrari ringrazia, ma non può trascurare il campanello d’allarme suonato al GP di Spagna. In pista non c’era soltanto uno strepitoso Verstappen, ma anche una super competitiva Red Bull. Vettel è salito sul podio perché negli ultimi giri Ricciardo – che lo stava per agguantare – ha clamorosamente bucato, come sarebbe finita in un arrivo sul traguardo al foto finish non è poi così scontato come si potrebbe immaginare.

Guarda la fotogallery