F1 GP D’Italia qualifiche. Le Frecce volano, ma le Rosse sono lì

F1 GP D’Italia qualifiche. Le Frecce volano, ma le Rosse sono lì

F1 GP D’Italia qualifiche. Le Frecce volano, ma le Rosse sono lì

F1 GP D’Italia qualifiche. Pole, la 56a, per Hamilton davanti a Rosberg, ma seconda fila tutta Ferrari con Vettel e Raikkonen

chiudi


F1 GP D’Italia qualifiche. Le Mercedes ancora una volta volano, con Lewis Hamilton che si prende la Pole segnando un fantastico 1.21.135, precedendo il compagno di squadra Nico Rosberg (+0.478). Ma la Ferrari è tornata! Lo dimostra con Sebastian Vettel (1.21.972), solo tre decimi di distacco da Rosberg e Kimi Raikkonen (+0.930).

Seconda fila tutta Ferrari

Una seconda fila quindi tutta Rossa con la possibilità domani di giocarsela sin dalla partenza grazie al vantaggio gomme (rosse supersoft Ferrari contro gialle soft Mercedes). Altro dato non trascurabile le avversarie più pericolose, ovvero le Red Bull, in qualifica non hanno particolarmente brillato – sesto tempo per Daniel Ricciardo (+1.254) davanti a Max Verstappen (+1.276) – tra loro e le Rosse si è inserita la Williams con Valterri Bottas (+1.253). Ottavo posto per Sergio Perez, nono Nico Hulkenberg e decimo Esteban Gutierrez.

Podio alla portata Ferrari come nel 1988

Il podio domami appare alla portata della Ferrari sostenuta dal fiume rosso dei suoi tifosi che hanno preso d’assalto prato e tribune. Monza si appresta a vivere una giornata memorabile, con grande soddisfazione degli organizzatori che sperano nel tutto esaurito. Le premesse ci sono: sole, caldo e in pista una Ferrari mai tanto competitiva da inizio campionato. Le Mercedes, come ha ammesso lo stesso Seb, sono su un altro pianeta, ma tutto può accadere come in quel settembre del 1988 quando, proprio nel Tempio della Velocità, Gerhard Berger e Michele Alboreto conquistarono il primo e secondo posto rendendo omaggio al grade Enzo Ferrari recentemente scomparso. Anche allora nessuno ci avrebbe scommesso.