Golf GTI TCR: la Golf da corsa è firmata GTI

Golf GTI TCR: la Golf da corsa è firmata GTI

Golf GTI TCR: la Golf da corsa è firmata GTI

Già tutti venduti i 20 esemplari realizzati dalla Volkswagen Motorsport della Golf GTI TCR. La racing car ai team dal 14 marzo

chiudi


A 40 anni dal lancio della prima Golf GTI, anche la versione racing clienti, la TCR, riceve l’acronimo che, dal 1976, identifica il carattere sportivo e le performance Volkswagen. Presentato il modello per la prima volta lo scorso luglio, le Golf GTI TCR – in tutto sono 20 gli esemplari realizzati dalla Volkswagen Motorsport – possono correre in un totale di ben 16 campionati nazionali e internazionali riservati a vetture touring TCR. Le vetture saranno consegnate alle scuderie a partire proprio da oggi, 11 marzo. Mentre il debutto in pista è previsto il 14 marzo sul circuito di Valencia per una sessione di test.

Golf GTI TCR

Golf GTI TCR, DNA da corse

Anche a prima vista, la Golf GTI TCR si mostra più che adatta al mondo delle corse: cerchi da competizione da 18 pollici, un telaio allargato di ben 40 cm rispetto alla Golf di serie e un vistoso alettone posteriore garantiscono una maneggevolezza ottimale. Tra le modifiche apportate per la pista ci sono anche uno splitter anteriore con funzioni aerodinamiche e l’alettone posteriore in carbonio. Numerose le dotazioni che garantiscono la massima sicurezza per il pilota, conformemente alle disposizioni FIA: per esempio, sedile sportivo con protezioni per la testa, cellula e serbatoio di sicurezza.

Golf GTI TCR

Un potente quattro cilindri in linea, un cambio sequenziale con paddle al volante e un telaio da competizione accuratamente sviluppato: la nuova Golf è stata perfettamente preparata per le gare del TCR. Il motore 2.0 turbo a iniezione diretta di carburante deriva da quello della Golf R. La versione da competizione eroga una potenza di
330 CV e una coppia pari a 410 Nm. Come per le vetture di serie del Gruppo Volkswagen, la piattaforma MQB offre numerose sinergie anche quando si tratta di auto da corsa, riducendo i costi di assemblaggio e di gestione della vettura in versione touring.