Peugeot 208 GTi Nove: omaggio alla vittoria

Peugeot 208 GTi Nove: omaggio alla vittoria

Peugeot 208 GTi Nove: omaggio alla vittoria

Debutta la Peugeot 208 GTi Nove. Nove come i titoli conquistati dal suo pilota Paolo Andreucci, il rallista italiano con più scudetti tricolori

chiudi


Debutta la Peugeot 208 GTi Nove, un’edizione specialissima – che s’inserisce nella scia dei precedenti modelli one shot sportivi come RCZ Arlen Ness e RCZ Bimota – per festeggiare i record conquistati nell’ultima stagione del CIR. Esteticamente la Peugeot 208 GTi Nove raccoglie il testimone della 208 GTi by Peugeot Sport. Ma questa è solo la “base” di partenza: spicca infatti la carrozzeria bicolore coupe franche, elemento stilistico che distingue le vetture “speciali” più recenti del Marchio. E non solo: l’originale logo celebrativo sui montanti centrali, il logo specifico Ucci Ussi 9 sulle modanature dei pannelli laterali e posteriori, i gusci dei retrovisori esterni rossi con parte inferiore tricolore.

Altri dettagli che impreziosiscono la Peugeot 208 GTi Nove sono le firme Ucci sulla maniglia della porta di sinistra, Ussi su quella di destra e la scritta “Hic sunt leones” (“marchio di vittoria” di Peugeot Italia) sui montanti posteriori. All’interno, i sedili anteriori propongono l’accoppiata pelle nera – Alcantara grigia, con la scritta Ucci Ussi 9 inserita nei loro schienali.

Peugeot 208 GTi Nove

Peugeot 208 GTi Nove | Interni

Peugeot 208 GTi Nove, unica anche sotto il cofano

La Peugeot 208 GTi Nove si presenta con un assetto ribassato di 10 mm rispetto al modello di grande serie; le carreggiate sono state allargate (22 mm anteriormente, 16 mm posteriormente). Poi ci sono le pinze freni rosse “griffate” Peugeot Sport, dai cerchi racing 18” in lega OZ alleggeriti.

Il motore 1.6 litri THP è una sorta di omaggio alla grande tradizione italiana dei preparatori. Grazie, infatti, a una linea di scarico progettata dalla specialista Supersprint e a una nuova mappatura della centralina dell’1,6 litri THP, la potenza è passata dagli originali 208 CV a quasi 240 CV. Per quanto riguarda la motricità, i quasi 240 CV sono trasmessi alle ruote attraverso il cambio manuale a 6 marce e al differenziale a slittamento limitato Torsen.