Ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone

Ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone

Ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone

Ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone, basta un’app

chiudi


Ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone è una delle tante funzioni per cui i dispositivi mobili moderni possono tornare utili; basta trovare la giusta app in base alla piattaforma operativa.

Fotocamera

È più facile dimenticare la posizione della propria auto in grandi parcheggi, come quelli di centri commerciali, attrazioni e così via. Fortunatamente, in molti di questi luoghi sono disponibili delle segnaletiche e dei cartelli che permettono di identificare le zone con maggiore facilità; basta poi consultare la mappa al ritorno per capire dove dirigersi. Lo smartphone può tornare utile perché permette di annotare con estrema facilità il parcheggio: basta fotografare il cartello corrispondente alla nostra auto (o per lo meno alla zona). In alternativa si può anche annotare su app di note come Evernote, Google Keep oppure OneNote – anche se la fotocamera rimane la soluzione più semplice.

App apposite

Ci sono invece app specializzate che, usando la posizione rilevata dal sensore GPS dello smartphone, ci permettono di tornare al veicolo semplicemente seguendo le indicazioni stradali, come se stessimo navigando verso un qualsiasi altro punto di interesse. In genere queste soluzioni sono ideali quando si parcheggia per strada in luoghi di cui non si è pratici, per esempio in vacanza o comunque in “trasferta”. Le caratteristiche dei sensori GPS non garantiscono una precisione assoluta, e non sono particolarmente efficaci all’interno; quindi in parcheggi interrati, o autosilos multipiano, è meglio far affidamento al “metodo della fotocamera”. Vi lasciamo un paio delle app più utilizzate per tutte le piattaforme mobile:

Parkify!, Android

Find My Car, Android

Augmented Car Finder, iOS

iFind My Car, iOS

Soluzioni integrate

Potete ritrovare auto parcheggiate con lo smartphone anche con alcune app integrate. Per esempio, potete salvare tra i luoghi preferiti la posizione in cui avete parcheggiato su Google Maps, Apple Mappe o qualsiasi navigatore usiate abitualmente e, quando è ora, semplicemente navigare a piedi verso quella posizione; inoltre, se usate il servizio Google Now su Android, dovrebbe comparirvi la notifica automatica per tornare alla vostra auto. Quest’ultimo servizio, tuttavia, non è infallibile – o meglio, non compare tutte le volte, per cui è meglio avere un piano di riserva.

Fonte foto copertina: Wikipedia