Togliere le macchie di linfa dalla carrozzeria: trucchi e consigli

Togliere le macchie di linfa dalla carrozzeria: trucchi e consigli

Togliere le macchie di linfa dalla carrozzeria: trucchi e consigli

chiudi

Togliere le macchie di linfa dalla carrozzeria: una guida pratica, rapida e indolore

Togliere le macchie di linfa dalla carrozzeria: una guida pratica piena di trucchi e consigli per ottimizzare la resa con il minimo sforzo possibile.

Conosci il tuo nemico

Si dice che, nel mondo delle pulizie, la conoscenza sia fondamentale. Una volta appreso di cos’è composto il materiale da rimuovere, è più facile elaborare la strategia ottimale. Imparando le sostanze con cui reagisce, a quale temperatura è più trattabile e così via.

Le macchie di linfa non sono un’eccezione. Ecco i nostri consigli con le migliori soluzioni e le procedure più intelligenti per risolvere il problema in fretta e bene. E senza troppa fatica.

Tempestività

Quando si tratta delle macchie di linfa, un elemento fondamentale da considerare è la velocità di reazione. Se lasciate alle macchie il tempo di essiccarsi, farete molta più fatica a rimuoverle e rischierete degli aloni perenni.

Solventi chimici

Il prodotto ideale per rimuovere le macchie di linfa sono i solventi chimici; potete per esempio pensare all’acetone. È il prodotto che si usa per rimuovere lo smalto dalle unghie, ed è particolarmente efficace.

Come applicare l’acetone

Per cominciare si consiglia di lavare per bene con acqua e sapone la zona circostante alla macchia. Dopodiché, si prende una pelle di daino asciutta e pulita. Il materiale della pelle di daino è molto importante, perché non rilascia pelucchi e altri residui.

Bastano poche gocce di acetone su un angolo della pelle di daino. La macchia va strofinata con regolarità e insistenza, ma senza premere troppo a fondo e senza spargersi troppo distante dalla stessa.

Una volta risolto il problema, si raccomanda un ulteriore lavaggio approfondito per evitare di lasciare residui di acetone sulla carrozzeria, che potrebbe rovinarla. Il rischio sono aloni ampi e scoloriture delle plastiche.